Accademia del Dialetto Milanese - sciroeu

Vai ai contenuti

Menu principale:

Accademia
Storia dell'Accademia del Dialetto Milanese e Sciroeu di Poetta


La Famiglia Meneghina aveva presso di sè un nucleo di poeti dialettali che portava un nome ufficializzato ed esplicito de "I nost poetta".
Questo nucleo andò rarefacendosi con la scomparsa di molti fra le due guerre e nell'ultimo dopoguerra.
Fu così che, attorno al 1970, Luigi Cazzetta e Alvaro Casartelli pensarono di dar vita a un nuovo nucleo poetico, il "Sciroeu di Poetta".
Erano i tempi delle periodiche riunioni conviviali presso il Ristorante Berti, dove i poeti arrivavano "cont el sonett in man" (secondo una felice, umoristica precisazione di cesare Mainardi, e dopo pranzo recitavano i propri versi.
Dopo le riunioni di tipo poetico nacque il "Centro Dialettale Milanese" e successivamente la "Accademia del Dialett Milanes", con intenti culturali più ampi, di tipo storico, folckloristico e divulgativo.

L'Accademia del Dialetto Milanese ebbe come iniziatori ideologici e fondatori Ambrogio Maria Antonini, Pier Gildo Bianchi, Dino Gabiazzi, Giovanni Luzzi, Cesare Mainardi, fu fondata di fatto, come risulta dagli atti depositati presso lo studio notarile in data 27 novembre 1978.

Il primo presidente effettivo, non ancora elettivo, fu Cesare Mainardi e Luigi Cazzetta ne fu nominato presidente onorario.
Allo scadere del suo mandato venne sostituito nella presidenza non ancora elettiva dell'Accademia del Dialetto Milanese dall'avvocato Ambrogio Maria Antonini.

Alla fine del suo triennio di presidenza, venne poi eletto come suo successore l'avvocato Giovanni Luzzi, il quale però decedette prima della fine del mandato.
Alla morte di Luzzi, l'allora vicepresidente Antonini lo sostituì, rieletto per altri due trienni.

Poi si procedette alla elezione del nuovo Consiglio (Beretta, Bianchi, Botturi, Sambo, Toller Melzi).
Il nuovo presidente fu Enrico Botturi. Dopo Botturi, la presidenza effettiva passò al dott. Claudio Beretta, poi all'ing. Gino Toller Melzi e, infine a Oreste Jannelli che, eletto presidente, dopo un primo triennio di carica, venne rieletto per una seconda volta.
Secondo presidente onorario dott. Pier Gildo Bianchi.

L'Accademia del Dialetto Milanese è impegnata nella realizzazione di conferenze, letture di versi, discussioni in tema di linguistica, metrica, prosodia del vernacolo milanese e produzione editoriale di volumi (è stata ormai realizzata la pubblicazione del "Quaderno n° 8") e del periodico "Sciroeu de Milan".

Il sciroeu in lingua meneghina è il cuore tenero e dolce della verdura e ne costituisce, quindi la parte migliore.
 
 
 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu